1° giorno Antananarivo

I nostri servizi iniziano con il trasferimento in hotel dall’aeroporto, per la prima notte.

2° giorno Antananarivo – Antsirabe

Il paesaggio a pochi chilometri a sud della capitale sarà sterile e non cambierà molto fino Ranomafana. Osserveremo le tipiche case degli altopiani, migliaia di campi di riso e i pochi alberi piantati da poco per combattere le pesanti deforestazioni che hanno avuto luogo in questo paese. Tuttavia, questo è un paesaggio molto particolare e bello. A circa due ore di viaggio dalla capitale, raggiungeremo  Ambatolampy,  dove ci fermeremo per visitare una fonderia. Sarete sorpresi nel vedere che qui in Madagascar il tempo si  è fermato all’ inizio del secolo scorso, forse prima. Arriveremo ad Antsirabe verso mezzogiorno. Visitiamo con il pousse-pousse (risciò) il grande mercato locale Tsara Sabotsi ed alcuni mercati più piccoli come Antsena Kely e di artigianato locale. Nel pomeriggio gita ai due laghi vulcanici di Antsirabe,  il lago Andraikiba ed il lago Titriva. Tritriva è un lago sacro, di circa 150 mt, la totale assenza di vita nelle acque è causata dall’abbondante quantità di fosforo. La zona dei laghi e della campagna di Antsirabe, è ricca di acqua e la terra è molto fertile dunque vedremo coltivazioni di riso, grano ed orzo per la produzione della birra.

3° giorno Antsirabe

Prossima tappa Ambositra. Precedentemente nota come la città delle rose, questa città è famosa per l’arte delle sculture in legno e per il popolo Zafimaniry che si trova nelle campagne circostanti. Da Ambositra, dopo magari aver visitato alcune show-rooms continuiamo a sud per Ambalandingana. Ad Ambalandingana visiteremo alcune case locali e vedremo da vicino i cercatori d’oro e ovviamente diversi contadini.

4° giorno Ambalandingana – Antoetra – Faliarivo

Da Ambalandingana ci spostiamo ad Antoetra da dove cominceremo il trekking alla scoperta dei villaggi Zafimaniri. I Zafimaniry, un sottogruppo dei Betsileo, si sono rifugiati nelle foreste delle montagne ad est a causa delle coscrizioni militari durante il Regno di Ranavola. Questa zona era completamente ricoperta dalle foreste con legno molto prezioso come il palissandro, il peaky e l’ebano. Le case, sono così bene ornamentate da intarsi in legno, che è stata proclamata “Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO”. Partiamo la mattina da Antoetra attraversando il tipico paesaggio  Zafimaniry per arrivare a Faliarivo, un villaggio su un promontorio roccioso ancora immerso in un’atmosfera medievale; i sorrisi della popolazione rurale, rimarranno per sempre nei nostri cuori. Qui, abbiamo l’occasione di conoscere meglio la vita quotidiana di questa etnia. Cena e pernottamento in una tipica casa del villaggio.

5° giorno Faliarivo – Sakaivo

Oggi ci attende una camminata di ca. 4 ore, attraverso campi di riso e terrazze per raggiungere un altro villaggio Zafamaniry, meglio conservato: Sakaivo. Qui possiamo vedere artigiani che lavorano il legno, sia piccoli oggetti di uso quotidiano come anche souvenir da vendere ai turisti in Ambositra. Cena e pernottamento in una tipica casa nel villaggio.

6° giorno Sakaivo – Antoetra – Fianarantsoa

Ancora una camminata, di ca. 3/4 ore,  e ritorniamo ad Antoetra. La nostra prossima tappa é FIanarantsoa. Fianarantsoa è una città che si estende su più colline, la città vecchia è un grappolo di case aggrappate in collina dalle incantevoli stradine e dalle scalinate dalle quali si può ammirare la campagna circostante. Fianarantsoa significa “la dove si apprende il bene” è stata fondata nel 1830 come capitale amministrativa dei Betsileo.  La zona residenziale è stata elencata nel 2008, dal “Word Monument Watch” nella lista dei luoghi storici in pericolo. L’ente di beneficenza locale, “salvare la città storica” sta facendo un ottimo lavoro, nel fornire dei sostegni ai residenti locali per ripristinare le loro case e preservare il loro patrimonio.

7° giorno Fianarantsoa – Manakara

Oggi raggiungeremo la costa Est in treno, il mitico treno per Manakara. In teoria, il viaggio in treno dura dalle 8 alle 12 ore, ma in pratica, potrebbe richiedere molto più tempo per percorrere la distanza di 163 km. Il treno passa 67 ponti e 48 gallerie. Durante il viaggio in treno  vedrete una parte del Madagascar ancora lontano da tutto, il paesaggio verdissimo  composto da moltissime piante endemiche. Un’escursione perfetta per gli amanti della fotografia. Le città lungo la ferrovia, vivono solo ed esclusivamente grazie agli acquisti fatti dai passeggeri del treno.

8° giorno Manakara – Ranomafana

Dopo colazione visiteremo il Canal Pangalanes su di una canoa locale e faremo un pic-nic a base di pesce sulle rive dell’Oceano Indiano. Lasceremo Manakara il primo pomeriggio per Ranomafana dove arriveremo dopo ca. 4 ore di viaggio in auto. Ranomafana è famoso per la varietà di razze di lemuri presenti e la ricchissima flora endemica che visiteremo all’indomani. Il parco é diventato il quarto in Madagascar quando ed è stato inaugurato il 31 maggio 1991. Rano in malgascio significa “acqua” e Mafana in malgascio significa “caldo”. Circa 100 anni fa furono scoperte delle sorgenti calde ed i francesi crearono un centro termale e, da qui, si sviluppó il villaggio di Ranomafana.

9° giorno Ranomafana – Sahambavy

Dopo la colazione, breve visita di ca. 2 ore del Parco Nazionale di Ranomafana, vedremo sicuramente dei lemuri e delle piante mai viste prima. Dopo aver visitato il parco, riprendiamo il viaggio verso sud, per raggiungere Sambahavy, il “campo delle donne”, per le piantagioni di thè. L’idea di introdurre la cultura del tè è nata nella regione, quarant’anni fa. Nel 1970 sono state fatte le prime prove di trapianto dal Kenya e, grazie all’altitudine di 1.250 metri e al clima umido molto favorevole, le piantagioni di tè hanno preso piede . La produzione media è di  20 tonnellate di foglie al giorno. Questo quantitativo sarà superato, durante la stagione che va da ottobre ad aprile. La visita termina nel laboratorio che controlla la qualità dei tè. .

10° giorno Sahambavy – Ambohimahamasina

Se coincidiamo con il Mercoledì o il Giovedi potremmo assistere al mercato degli zebù. Ambalavao è nota per le noccioline, per i dolci, per le bevande, la frutta ed i prodotti elettronici (made in China), che saranno esposti all’entrata dei vecchi edifici del mercato. Gli altoparlanti di un camion di oltre 40 anni fará da guida a dei gruppi di bambini che marceranno per la cerimonia organizzata dalla regione. Migliaia di animali saranno esibiti e venduti in quello che è, il più grande mercato di zebù del Madagascar (Antsenan’omby).  Prima di mezzogiorno visiteremo anche la cartiera Antaimoro. Con la corteccia di un albero chiamato AVOHA (molto abbondante nel sud del paese), si produce una carta stile papiro, impregnata da fiori secchi è venduta in tutto il Madagascar come arazzi o per l’uso di paralumi. Circa 40 km a sud est di Ambalavao, visitiamo la comunità rurale Ambohimahamasina (letteralmente “la montagna sacra”), dove si trova per l’appunto la montagna sacra del Madagascar. Si ritiene che gli spiriti dei morti risiedano su questa montagna. Confinante con la foresta di Ranomafana e il parco Andringtra. Ambohimahamasina ha uno scenario spettacolare con dei bei villaggi, delle risaie ed alcuni siti culturali. La tessitura e la lavorazione dei vimini è tradizionale in questo posto. Pernottamento in una casa locale.

11° giorno Ambohimahamasina

Ad Ambohimahamasina passeremo la giornata intera in questo bel villaggio, per osservare le tessitrici della seta selvaggia all’opera.

12° giorno Ambohimahamasina – Toulear

Giornata dedicata interamente allo spostamento in macchina, lasciamo Ambohimahamasina per raggiungere Toulear dopo ca. 7 ore di viaggio.  Arriveremo a Toulear prima del tramonto.

13° giorno Toulear

I nostri servizi terminano con il transfert in aereoporto per il volo di ritorno per Antananarivo.

A Tulear avrete la possibilitá di estendere la Vostra vacanza con per magari passare una settimana intera o qualche giorno al mare.
Bakuba Lodge €105,00 pp al giorno in mezza pensione (+ transfert a/r €40 )
Five Sense Lodge €100,00 pp al giorno in mezza pensione (+ transfert a/r €200 )
Safari Vezo  €48,00 pp al giorno in mezza pensione (+ transfert a/r €150 )
Mamirano Lodge €50,00 pp al giorno in mezza pensione (+ transfert a/r €200 )
Prenota!
top
Incluso
  • Volo interno Toulear – Antananarivo
  • Hotels e case locali in mezza pensione
  • Biglietto in prima classe Fianarantsoa/Sahambavy – Manakara
  • Le entrate ai parchi nazionali con guide esperte del posto di lingua francese o inglese.
  • Le escursioni menzionate
  • I trasferimenti da e verso gli aeroporti

Non Incluso
  • Il visto di entrata (35€)
  • I pranzi e le bibite
  • Il volo internazionale
  • Tutto ciò non menzionato

top

 

Prenota!
top
DURATA DEL VIAGGIO
13 giorni
COSTO ED ALBERGHI INCLUSI
A partire da €1550
Prezzo con minimo 4 partecipanti. Supplemento singola €250. GLi alberghi previsti sono i seguenti: Antananarivo, Combava Hotel Antsirabe, Plumeria Hotel Ambalandingana, Sous le Soleil de Mada Faliarivo e Sakaivo, case locali Fianarantsoa, Zoma Hotel Manakara, Lac Vert Ranomafana, Thermal Hotel/Centrest Sejour Sahambavy, Lac Hotel Ambohimahasoa, Case Locali Toulear, Moringa Hotel
DISTANZA DA PERCORRERE IN AUTO
1500 km
Da Antananarivo fino a Toulear la strada e' abbastanza buona, molto curvosa fino ad Ambalavao ed alcune buche qua e la. Percorreremo delle strade sterrata abbastanza dure per ca. 100 km. Il tour prevede ca. 30 ore di auto.
Livello di fitness necessario
Se siete interessati a questo viaggio, condividiamo un video in inglese per darvi un idea della vita delle donne tessitrici di seta negli altopiani centrali del Madagascar. Vedremo questo ed altro!