Il parco nazionale di Andasibe Mantadia è uno dei parchi più visitati in Madagascar a causa della sua vicinanza con la capitale, ma anche per la varietà della sua fauna e della flora.

Il parco si trova sulla Strada Statale 2 circa tre ore da Tana, 160. Dalla costa orientale, Andasibe è di 220 km da Tamatave. Nonostante l’esistenza di varie stazioni ferroviarie e binari ferroviari che attraversano la regione, la linea ferroviaria non è più attiva da anni.

L’altitudine della regione Andasibe varia dai 900 ai 1250 metri, il terreno è accidentato con molti piccolo fiumi che scorrono nelle valli. Il clima è umido di tipo tropicale, la pioggia è di 1700 mm per 210 giorni l’anno e la temperatura media è di 18 ° C. I mesi più caldi sono da novembre a gennaio con una temperature media di 27 ° C, è fresco tra luglio e settembre quando la temperatura può scendere anche sotto i 10 ° C. Tra gennaio e marzo, le piogge sono quasi continue. Vi consigliamo di portare scarpe antiscivolo ed impermeabili senza pensare alle stagioni.

Lemuri e uccelli endemici

La maggiore attrazione del parco e’ senza dubbio l’osservazione dei lemuri edegli uccelli. L’incontro con questi animali in natura non si trova da nessun’altra parte rendendola dunque un’esperienza indimenticabile. Il parco di Andasibe comprende due riserve separate che possono essere visitate il ​​giorno e la notte: la riserva di Mantadia che comprende una superficie di 15500 ettari e la riserva  Analamazaotra  con una superficie di 810 ettari.

La riserva di Mantadia

Si tratta di una foresta primaria di cui 10 000 ettari, sono quasi intatti con dei piccoli sentieri tracciati per rendere l’esperienza piu’ piacevole. I visitatori devono essere accompagnati da una guida per esplorare la riserva. Sia a livello turistico che a livello scentifico, la riserva di Mantadia è praticamente una miniera d’oro per incontrare mammiferi, rettili ed uccelli. Non ci dimentichiamo le diverse specie di orchidee, un lago sacro, una piscina naturale e varie cascade. I lemuri sono I padroni e la riserva è divisa in due dalla strada: a destra (guardando a nord) ci sono i lemuri dalla folta coda rosso nera (di difficile approccio) e a destra, con un po ‘di fortuna, si può vedere il sifaka dorato, e quasi certamente, alcuni indri (che hanno un colore molto più scuro rispetto agli indri di Analamazaotra).

La riserva degli Indri Indri e Analamazaotra

La riserva di Analamazaotra è famosa per la sua popolazione dei lemuri “Indri Indri” il più grande e più rumoroso lemure del mondo. L’Indri Indri misura circa un metro  con un viso come quello di un cucciolo di orso, ed il colore simile a quello di un panda. Le lunghe zampe posteriori sono molto potenti permettono a questi primate di saltare oltre i 10 metri, con un‘agilita’  da effettuare un’inversione a U quasi in aria. La voce rende questo animale molto special e diverso dagli altri lemuri infatti, gli altri lemuri siano grugniscono e gridano, mentre l’Indri canta( anche se a volte puo’ sembrare la sirena della polizia). Solitamente nella riserva tra una e due ore dopo l’alba o subito dopo il tramonto, avrete la possibilita’ di sentirli cantare a squarciagola. Gli Indri Indri sono monogamy e vivono in piccoli gruppi familiari di circa cinque animali. In malgascio, gli indri sono chiamati “Babakoto” il cui significato è “padre di Koto”;  secondo la leggenda, un ragazzo di nome Koto andò nel bosco per raccogliere del miele selvatico. Dopo essere stato gravemente punto dalle api, cade dall’albero e viene salvato in volo da un Indri.

Fauna e flora di Andasibe

Ci sono nove specie di lemuri ad Andasibe (compreso l’Aye Aye), ma non sarà possibile vederli tutti essendo molto elusivi. Siamo in grado di incontrare i gruppi di lemuri grigi e dei lemuri marroni. A volte è interessante andare alla ricerca di lemuri notturni. Comunque, I lemuri costituiscono solo alcune delle creature che si trovano nella foresta di Andasibe. Troveremo anche i tenrecs, migliaia di insetti a moi sconosciuti, diverse specie di rane, camaleonti, istrici e ragni e rettili. Il parco è il luogo ideale per il bird watching.

La flora è caratterizzata da una lussureggiante foresta pluviale, e molte specie di felci arboree, orchidee epifite, liane  e palme nane, un centinaio di alberi numerati che può raggiungere un’altezza di 30 metri e delle piante medicinali. C’e’ anche un parco interamente dedicato alle orchidee da visitare a ottobre e novembre, durante la fioritura.